Pensiero Settimanale - Istituto Aveta

Vai ai contenuti

Menu principale:

Pensiero Settimanale

Con Gesù

"Sulle orme di Giobbe"
La storia di Giobbe è un insegnamento valido per ogni tempo ed età. Giobbe era talmente buono che Dio poté dire di lui: "Nessuno è come lui sulla terra: uomo integro e retto, teme Dio ed è alieno al male" (Gb 1,8).
La Sacra Scrittura racconta come, a un certo punto, egli abbia perso tutto quello che aveva: il bestiame, la casa e, infine, anche i figli.
Se pure a te accade qualcosa di simile, riconosceresti la mano di Dio in avvenimenti di tale portata, oppure li imputeresti alle forze del male o. ancora, arriveresti ad accusare Dio di crudeltà?

Nel caso di Giobbe, come ben sappiamo, furono proprio le forze del male a causare le sue disgrazie, ma satana non avrebbe avuto alcun potere su di lui se Dio non avesse acconsentito a metterlo alla prova. Può anche darsi che, a volte, le forze del male siano responsabili dei problemi e delle ingiustizie che incontriamo sul nostro cammino, comunque tutto è sempre nelle mani di Dio, nostro Creatore e Padre.
Vediamo come Giobbe reagì alle sue terribili disavventure: "Nudo uscii dal seno di mia madre e nudo vi tornerò: il Signore ha dato e il Signore ha tolto, sia benedetto il nome del Signore!". (Gb 1,21).
Egli non accusa né satana, né Dio, né gli esseri umani. Sa che ogni cosa viene dalle mani di Dio: perciò è sempre una benedizione: Sia benedetto il nome del Signore!
(Wilfrid Stinissen)

 
Torna ai contenuti | Torna al menu