Progetto dell'Anno Scolastico 2015-2016 - Istituto Aveta

Vai ai contenuti

Menu principale:

Progetto dell'Anno Scolastico 2015-2016

La Scuola > Scuola dell'Infanzia

Progetto dell'Anno per gli alunni della Scuola dell'Infanzia

"C'era una volta... c'è ancora"


Obiettivi

Si farà riferimento agli obiettivi di apprendimento nazionali per le tre sezioni interessate.

Destinatari

Alunni della Prima, Seconda e Terza Sezione della Scuola dell’Infanzia.

Fasi operative e tempi di attuazione

Il progetto si svolgerà durante tutto l’anno scolastico in orario curricolare con la seguente suddivisione oraria:
1 ora settimanale nella Prima sezione ove si svilupperanno i seguenti temi:
“Emozione, sogno, invenzione” - “Un gioco sensoriale”

2 ore settimanali nella seconda sezione ove si svilupperanno i seguenti temi:
“Un gioco dell’immaginario” - “Un gioco per comporre” - “Un gioco per inventare e costruire Lavoretti con il tema dei mestieri”

3 ore settimanali nella terza sezione ove si svilupperanno i seguenti temi:
“Un gioco per costruire lavori inerenti i mestieri” - “Architetture da realizzare” - “Ambienti dei lavori che furono” – “Sculture per catturare e produrre il mestiere che non c'é più”

Inizialmente i bambini saranno guidati alla conoscenza del linguaggio specifico del lavoro, all’esecuzione di canti corali e balletti su tema.
Il Progetto si conclude con la presentazione ai genitori del lavoro svolto attraverso attività partecipative quali:

*l’allestimento di una mostra dei rispettivi laboratori,
*una mostra fotografica della messa in opera,
*le slide delle escursioni in sedi lavorativi,
*un angolo creazione di materiale didattico, etc.
*per la fine dell’anno scolastico preparazione di un saggio.

Strumenti e mezzi
Materiale di facile consumo
Materiale tecnico-informativo
attrezzi da lavoro di materiale vario in dotazione della scuola.

Metodologia
Si farà ricorso a diverse strategie di apprendimento cooperativo, all’uso di giochi e di materiale multimediale.


L’artigianalità del Made in Italy, perché questo progetto?

Con il progetto Educativo-Didattico di quest’anno vogliamo portare i bambini alla scoperta di alcuni mestieri di un tempo e che tutt’oggi ancora esistono.
Conoscere i mestieri significa avere la percezione dell’attualità, di ciò che si muove attorno a noi. Nel caso dei bambini significa intraprendere un viaggio alla scoperta di cose mai banali. Quante volte li sentiamo parlare in merito al sogno “da grande voglio fare…”!
Il bambino è affascinato dal mondo adulto ed è nei suoi giochi spontanei che riveste i panni dei “grandi” identificandosi nei mestieri da loro svolti perché, di solito, sono riscontrabili nella realtà e sono più facilmente comprensibili.
È proprio nel gioco simbolico che il bambino costituisce una propria metodologia in quanto, nei suoi giochi spontanei, nel suo “facciamo finta che io sono…”, proietta i suoi bisogni, la sua “visione/percezione” del mondo adulto, le sue attese, quindi sviluppa interessi, esplora, conosce, scopre cosa gli piace e cosa non gli piace, si mette in discussione con se stesso e con gli altri, prende coscienza del proprio corpo e può elaborare le scoperte che ha fatto.
Dal punto di vista cognitivo il gioco è per il bambino un esercizio per “imparare ad imparare” anche attraverso le regole, sperimentando e realizzando così il suo primo apprendimento di tipo sociale.
È innegabile che “il gioco sia il punto di unione della scuola con la vita” ed è quindi attraverso il gioco che vorremmo far fare esperienza ai bambini dei mestieri “antichi” e del loro evolversi nel corso del tempo.

                                                                                                        Buon lavoro a tutti                                                                                                                                                                                                                                                      Il Coordinatore Didattico
Sr.Maria Aurelia O.P.                                                                                                       

 
Torna ai contenuti | Torna al menu