Tuffo nel passato 2016 - Istituto Aveta

Vai ai contenuti

Menu principale:

Tuffo nel passato 2016

La Scuola > Un tuffo nel passato


*Apertura Anno Scolastico
(2015-2016)

"Chi ben inizia è già a metà dell'opera"
Gli alunni dell'Istituto "Antonio Aveta" hanno trascorso quest'ultima settimana scolastica settembrina con grande entusiasmo, gioiosi, di iniziare formalmente un nuovo cammino educativo sotto l'egida del nostro Vescovo S. Ecc.za Monsignor Salvatore Visco, Arcivescovo di Capua. La tanto attesa visita è avvenuta il 02 ottobre 2015; presso la palestra, abbiamo celebrato il rito inaugurale del nuovo anno scolastico. Hanno partecipato all'evento: il Sindaco di Santa Maria Capua Vetere, Dott. Biagio Maria di Muro; il Vescovo; il nostro Parroco Don Agostino Porreca; tutta la comunità dell'Istituto; gli alunni; i docenti e i genitori. In un sol giorno abbiamo unito le parti fondanti dell'educazione: lo spirito; la mente; il cuore; la semplicità; la collaborazione e l'umiltà. Questi, sono, i giusti propositi per dare avvio ad un percorso formativo vero e pieno così come sosteneva già a suo tempo il nostro amato Bartolo Longo.


*Si scioglie o non si scioglie? Assorbe o non assorbe?
(27.01.2016)

La scienza può essere considerata come un campo "empirico" di studio attraverso il quale si scopre e si descrive il mondo che ci circonda, osservando le cose ed eseguendo degli esperimenti. Ed è quello a cui sono giunti anche gli alunni della 2/A dell’Istituto Paritario "AAveta" di S.Maria Capua Vetere. Per mostrare ai bambini cosa succede ad alcune sostanze e ad alcuni materiali immersi nell’acqua, sono state proposte piccole e semplici esperienze scientifiche. I bambini, seduti ai loro banchi, erano emozionati e volenterosi di iniziare. In quattro bicchieri di plastica pieni d’acqua, hanno aggiunto zucchero, sale, farina e terra ed hanno agitato il liquido in ogni contenitore con un cucchiaino. Poi hanno attentamente osservato cosa succedeva ad ogni sostanza versata all’interno. Mentre analizzavano attentamente, si scambiavano opinioni e le riferivano a voce alta "Guarda, maestra, lo zucchero e il sale sono scomparsi come per magia!". Grande è stata la loro meraviglia quando hanno invece notato che farina e terra si vedevano ancora ed avevano solo colorato l’acqua. Con la loro ingenuità e semplicità, i bambini hanno osservato che il liquido contenuto nei bicchieri in cui avevano versato farina e terra, aveva assunto le sembianze di "latte" e di "caffè". In seguito hanno riempito d’acqua altri tre contenitori e segnato il livello del liquido con un pennarello. Questa volta hanno immerso in ciascuno tre fogli di materiale diverso: carta, alluminio e stoffa. Dopo averli lasciati un po’ a mollo, li hanno tolti tutti assieme. Il loro stupore è stato grande quando si sono resi conto che dei tre il foglio di alluminio non aveva assorbito acqua. Qualcuno ha osservato che le goccioline d’acqua, rimaste su di esso, sembravano "brillanti" che luccicavano alla luce del sole. Infine hanno registrato in due diverse tabelle le osservazioni cui erano giunti. È stato emozionante vedere quanto bambini di 7 anni sappiano interessarsi a fenomeni talvolta a loro sconosciuti, incontrare la loro profonda curiosità, il loro desiderio di sapere e la loro voglia di fare. E soprattutto quello di meraviglioso ho potuto notare è stata la loro infinita capacità di meravigliarsi nell’osservare semplici esperienze scientifiche, di porsi dei perché e di giungere da soli alle osservazioni finali. Attraverso questi piccoli esperimenti, che li hanno fatti sentire "scienziati" per un giorno, hanno aggiunto un altro mattone alla propria conoscenza scientifica, hanno acquisito fiducia nella comprensione di quanto trattato e sono stati stimolati ad approfondire e a ricercare nuovi saperi. Si può quindi affermare che "l’esperimento è perfettamente riuscito" sotto tutti i punti di vista!!! (Autore: Rossella Guida)


*Carnevale
(04.02.2016)


*Sacre Ceneri
(10.02.2016)


*Prepariamo il Sepolcro
(25.02.2016)


*Oggi suoniamo per te
(20 Febbraio 2016)


*Per le donne della nostra vita
(08.03.2016)

Quando si scrive delle donne bisogna intingere la penna nell’arcobaleno e asciugare la pagina con la polvere delle ali delle farfalle (Denis Diderot)


*Domenica delle Palme
(20.03.2016)

“È il giorno della pace per tutti, anche per chi non ne è consapevole. Suonano le campane a festa i bimbi corrono sul Sagrato, ondeggiando i ramoscelli d’ulivo verso il cielo, in segno di pace. Le colombe bianche si alzano in volo, simbolo di pace, rincorrendo l’aria festosa, è la domenica delle palme, gioiamo, è festa!”


*Tante uova per tanti amici
(21.03.2016)

L’uovo quale dono augurale
Nella Pasqua Cristiana è presente l’uovo quale dono augurale, che ancora una volta è simbolo di rinascita, ma questa volta non della natura bensì dell’uomo stesso, della resurrezione di Cristo: il guscio è la tomba dalla quale Cristo uscì vivo.


*Festa del Grazie
(10.06.2016)


*Il Sindaco con noi
(10.06.2016)


*Concorso Multidisciplinare - La Città attraverso i tuoi occhi
(13.11.2016)

Prima Edizione del Concorso Multidisciplinare "La Città attraverso i tuoi occhi". Unico nel suo genere poiché ha coinvolto tutti gli Istituti della Scuola Primaria e Secondaria del territorio, creando l’occasione di aggregazione, condivisione e confronto tra le varie Istituzioni. Tutti hanno vinto, tutti i bambini, tutti gli Istituti, tutte le maestre. Grazie Dott. Antonio Mirra, Sindaco della nostra bella e unica Città, grazie al Dott. Donato Trepiccione, Presidente dell’Associazione Ciò che Vedo in Città - ITALIA ONLUS, grazie al Comitato Provinciale di Caserta per l’UNICEF, ma soprattutto GRAZIE a tutti i bambini che rendono gioioso tutti i giorni i nostri giorni. Grazie a tutti.


*Dono Natalizio per tutti
(16 Dicembre 2016)


*Vieni tra noi
(21.12.2016)

 
Torna ai contenuti | Torna al menu